Camorra, intercettazioni: “I Moccia? C’hanno più soldi di tutta Italia” 

Camorra, intercettazioni: I Moccia? C'hanno più soldi di tutta Italia

(Fotogramma)

Pubblicato il: 30/09/2020 17:26

“Angelo Moccia, capito chi è Angelo Moccia?!… del clan Moccia, Angelo sta proprio…considera che Totò Riina l’hanno giudicato 116 magistrati, Angelo Moccia 160“. E ancora: “Prima di mettersi in mano loro… è gente molto seria, purtroppo… purtroppo… mh… mh… ovviamente è gente che… tu sarai un uomo ricchissimo ma questi c’hanno più soldi di tutta Italia messi insieme“. Così in un’intercettazione telefonica alcuni degli indagati nell’ambito dell’operazione condotta dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma e coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia contro il clan Moccia che ha portato all’arresto di 13 persone indagate a vario titolo per i reati di estorsione e fittizia intestazione di beni, aggravati dal metodo mafioso, nonché esercizio abusivo del credito.

Nell’ordinanza di applicazione delle misure cautelari firmata dal giudice Rosalba Liso viene evidenziata la caratura criminale dei componenti del clan: “Un potere non economico, né mafios… né cam… proprio un potere … pesante” (si legge in una intercettazione) ma anche l’enorme disponibilità di beni: in una conversazione del 2 maggio 2018 tra gli indagati uno parla di un investimento fatto dai Moccia in Ferrari che tenevano a Montecarlo: “Loro c’hanno le macchine, le Ferrari… Capito chi? Questo c’ha 33 Ferrari a Montecarlo“. “C’ho un F12 – dice lo stesso Angelo Moccia al telefono – F12 targato F12 immatricolato dodici, dodici, duemila dodici (12.12.2012)… cioè per chi è collezionista è un (…)”.