Da biopsia liquida a robotica, accordo Ifo-Adnkronos per Ecm medici  

Pubblicato da in data 30 Settembre 2020

Da biopsia liquida a robotica, accordo Ifo-Adnkronos per Ecm medici

Pubblicato il: 01/10/2020 14:12

La formazione e l’aggiornamento dei camici bianchi sulla medicina di precisione e la biopsia liquida, la chirurgia d’avanguardia e robotica, le nuove frontiere dell’immunoterapia. E’ quanto prevede il protocollo d’intesa firmato tra gli Ifo, Istituti fisioterapici ospitalieri, di Roma e l’Adnkronos Salute. Saranno oltre 40 i medici degli Ifo, ma saranno coinvolti anche gli specialisti in dermatologia dell’Istituto San Gallicano, che formeranno a distanza, con crediti Ecm (educazione continua in medicina), gli oltre 104mila medici iscritti al canale Sky 440 ‘Doctor’s Life’ edito dall’Adnkronos Salute e provider Ecm. La collaborazione scientifica punterà anche ad aggiornare i professionisti della salute su psoriasi e dermatite atopica, le patologie degli annessi cutanei e la ‘patient education’.

“Questi corsi in collaborazione con l’Adnkronos Salute vanno oltre l’aggiornamento obbligatorio per il medico – ha affermato Francesco Ripa di Meana, direttore generale degli Ifo, che ha firmato il protocollo insieme al direttore ed editore dell’Adnkronos Giuseppe Marra – Ma serviranno a capire i nuovi confini della medicina. Quando noi parliamo di farmaci per le mutazioni del Dna e non sul tumore di un organo cambia il paradigma della medicina e si entra nella necessità di capire se quella mutazione viene controllata, abolita e stimolata”.

“La biopsia liquida misura gli effetti mutazionali sul paziente, quindi entrare in una fase in cui non si misura più la dose del farmaco o la dimensione del tumore ma si cerca di comprendere come il profilo genetico del malato sia mutato nella forma migliore per difendersi dal cancro. Quindi, per il medico – osserva Ripa di Meana – è importante sapere che la medicina si sta orientando verso altri orizzonti. Siamo contenti, come ente pubblico, di questo accordo con l’Adnkronos Salute: è una grande opportunità di farci conoscere e insieme possiamo fare molto”.

Gli Ifo sono il soggetto giuridico pubblico che sin dal 1939 gestisce l’Istituto nazionale tumori Regina Elena (Ire) e l’Istituto dermatologico San Gallicano (Isg), Istituti di ricovero a carattere scientifico (Irccs) ad indirizzo monospecialistico, oncologico e dermatologico. Un polo di ricerca biomedica e assistenza che ha una forte connotazione specialistica nella diagnosi e cura di patologie tumorali e malattie della pelle.

“La comunicazione e le tecnologie, come ha dimostrato la pandemia, sono necessarie anche per combattere le ‘fake news’ – ricorda il Dg degli Ifo – I medici devono in questo essere, per il paziente, degli ‘agenti’ che lo difendono e lo orientano. Vediamo quindi che l’aggiornamento cambia in maniera repentina e i colleghi non possono rispondere ‘non lo so’ perché può creare insicurezza nell’assistito. E’ quindi assolutamente necessario l’aggiornamento, riuscire a farlo in una forma pronta per la comunicazione ai pazienti credo che sia molto importante”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background