Ict: Visconti (Amazon), ‘domotica piace a italiani, per Alexa crescita continua’  

Pubblicato da in data 5 Ottobre 2020

Visconti (Amazon): Agli italiani la smart home piace, per Alexa è crescita continua

Amazon Echo Show 10

Pubblicato il: 06/10/2020 13:12

La smart home piace agli italiani. La conferma arriva da Gianmaria Visconti, Alexa Country Manager di Amazon per il nostro Paese: “Abbiamo portato Alexa due anni fa in Italia, e non sapevamo cosa aspettarci. La risposta – dice all’Adnkronos – è stata molto positiva non solo su Alexa, ma proprio sul concetto di smart speaker, che è diventato un oggetto di uso comune. E’ stata acquisita la consapevolezza su cosa ci si può fare”.

Soprattutto in tempo di lockdown, continua infatti Visconti, “abbiamo potuto osservare cosa gli italiani facessero con i dispositivi e quello che ci ha sorpreso è stato l’utilizzo per gestire la casa intelligente. Un’adozione che ci ha colpito in positivo. E’ proseguito un trend che, adesso che Alexa compirà due anni in Italia, posso dire che verrà confermato. Inoltre, in questi mesi abbiamo visto anche un aumento delle chiamate e delle videochiamate”.

Non sorprende, quindi, che le novità annunciate nei giorni scorsi da Amazon per la linea Echo vadano tutte nella direzione di un miglior controllo della domotica e più funzionalità per le chiamate: è stato presentato Echo Show 10, ad esempio, dispositivo dotato di telecamera motorizzata che ruota di 360 gradi e fa zoom seguendo la persona che parla. “La novità – spiega Visconti – è che oltre a seguirmi, può essere utilizzato come videocamera di sorveglianza in maniera strutturale, cioè con il controllo che avviene attraverso un feed nell’app Alexa.

Oltre ai nuovi Echo Dot, che da cilindri larghi e bassi diventano a forma di sfera, la novità più grande presentata da Amazon è il nuovo Echo che, per rimanere in tema di domotica, ha ingrato un hub per la casa intelligente, permettendo così di controllare direttamente i dispositivi compatibili senza configurazioni da eseguire. “La novità non è solo estetica, ma anche all’interno a partire dal comparto audio, che adesso è direzionale e proietta il suono sui muri della stanza. I microfoni analizzano il risultato e ottimizzano l’audio. E’ – conclude Visconti – un grande miglioramento”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background