Ruini: “Chiesa in declino, criticare il Papa non significa essergli contro”  

Pubblicato da in data 5 Ottobre 2020

Ruini: Chiesa in declino, criticare il Papa non significa essergli contro

(Fotogramma)

Pubblicato il: 06/10/2020 08:46

Un movimento conservatore internazionale contro Francesco “in qualche modo, esiste; ma ha varie accentuazioni e sfaccettature. Solo pochi possono davvero essere considerati ‘contro’ Papa Francesco: ad esempio, non tutti coloro che hanno formulato qualche critica con intenti costruttivi”. Così il cardinale Camillo Ruini in un’intervista al Corriere della Sera.

Interpellato sul declino politico-culturale della Chiesa italiana Ruini si trova d’accordo. “Sì, purtroppo. La dimensione culturale è strettamente legata alla fede e la dimensione politica ha un’ovvia connessione con quella culturale. Questo declino – sottolinea – non può non preoccupare. Occorre reagire: un compito che spetta ai laici credenti, ma anche alla Chiesa come tale. Oggi è più difficile di qualche anno fa; ma non è impossibile”.

C’è spazio oggi in Italia per un partito dei cattolici? Magari al seguito del premier Conte… “Non vedo uno spazio del genere – risponde Ruini – I cattolici devono puntare sui contenuti dell’azione politica, individuati anche alla luce di una visione cristiana dell’uomo e della società; e devono collaborare con chi, cattolico o no, condivide tali contenuti. Oggi purtroppo in larga misura manca proprio l’attenzione a una visione cristiana”. Un anno fa disse che con Salvini bisognava dialogare. Pentito? “Non mi sono pentito affatto. Dialogare bisogna. A Salvini e a Giorgia Meloni, che adesso meritatamente è sulla cresta dell’onda, vorrei dire che se vogliono fare il bene del Paese e arrivare al governo devono sciogliere il nodo dei loro rapporti con le forze che sono stabilmente alla guida dell’Unione europea”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Leggi altri articoli

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background