Trump gioca la carta dell”eroe invincibile’ che ha sconfitto Covid 

Pubblicato da in data 5 Ottobre 2020

Trump gioca la carta dell''eroe invincibile' che ha sconfitto Covid

(Foto Afp)

Pubblicato il: 06/10/2020 12:24

“Come leader dovevo farlo, sono stato in prima fila, ho guidato, sapevo che c’era un rischio, un pericolo, ma ora sto bene e forse sono immune”. Uscito, ancora malato, dall’ospedale militare dove era stato ricoverato con il Covid, Donald Trump, nel video girato senza mascherina sul porticato della Casa Bianca dove ieri notte è tornato in elicottero, lancia l’ultimo, definitivo, assalto per ottenere la rielezione. E si presenta come “l’eroe invincibile”, ha scritto lui stesso su Twitter, che ha sconfitto il “virus cinese”.

La strategia mediatico-elettorale è chiara nei due video che sono stati pubblicati sull’account Twitter di Trump nella notte. Il primo è un montaggio video, che ha avuto già oltre 10 milioni di visualizzazioni, dell’arrivo del Marine One sul prato della Casa Bianca, con Trump, in abito blu e mascherina, che scende dall’elicottero e sale la scalinata per andare sul portico della Casa Bianca da dove, dopo essersi tolto la mascherina, fa il saluto militare. Tutto condito da effetti e musica da film tipo “Air Force One”.

Ancora maggiore il numero di visualizzazioni del secondo video, quasi 16 milioni, in cui Trump, sempre dal portico della Casa Bianca, in cui è tornato ad esortare l’America, che ad oggi piange oltre 215mila vittime per l’epidemia con un numero record di oltre 7,5 milioni di casi, a non avere paura del virus.

“Non lasciate che vi domini, non lasciate che controlli la vostra vita, non abbiate paura, lo sconfiggerete, abbiamo le migliori cure – afferma Trump nel video – io l’ho sconfitto, sarei potuto uscire dall’ospedale due giorni fa, mi sentivo alla grande meglio di quanto mi sia sentito da tanto tempo”. E a sigillare con un gesto, destinato ai tanti della sua base elettorale insofferenti o addirittura militanti contro l’uso della mascherina, l’esortazione a non lasciare che la paura del virus controlli la nostra vita, Trump, ancora un paziente contagioso, si è tolto la mascherina nonostante avesse i collaboratori a poca distanza da lui.

La scommessa di Trump e dei suoi strateghi elettorali è di riuscire quindi nelle poche settimane dal voto – con i sondaggi che lo danno sempre più indietro rispetto a Joe Biden – a rovesciare completamente l’immagine, terribile in senso elettorale, del presidente malato, circondato da un vero e proprio focolaio di Covid alla Casa Bianca che coinvolge decine di suoi collaboratori, consiglieri ed alleati, e debole che era emersa con il ricovero di venerdì.

Una malattia apparsa come una sorta di “nemesi” per l’atteggiamento che Trump aveva avuto nei confronti dell’epidemia e delle misure di prevenzione.

Ma ora la narrativa che Trump ed i suoi stanno cercando di far passare è quella di un presidente, tante volte accusato di non essere empatico, che è così in contatto con gli americani da condividere con loro, per loro l’esperienza del virus, e, da comandante in capo, sconfiggerlo per dare un messaggio di fiducia e speranza.

“Ha esperienza come comandante i capo, come uomo d’affari ed ora ha esperienza per aver combattuto personalmente il coronavirus”, afferma una portavoce della campagna, Errin Perrine che poi aggiunge: “Joe Biden non ha questa esperienza diretta”.

“Ho imparato andato alla scuola della realtà, non la scuola di quello che si legge dei libri, ora ho capito ed è una cosa molto interessante che vi spiegherò”, aveva detto Trump nel video postato domenica prima del criticatissimo giro in Suv per salutare le centinaia di fan fuori dall’ospedale,


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background