Acty, l’assistenza in video da remoto che semplifica la vita di tutti i giorni 

Pubblicato da in data 6 Ottobre 2020

Acty, l’assistenza in video da remoto che semplifica la vita di tutti i giorni

Pubblicato il: 07/10/2020 15:45

In collaborazione con Acty

Ormai siamo abituati ad affidarci agli ausili ad alta tecnologia per effettuare un gran numero di operazioni – in qualsiasi ambito – nell’arco di un’intera giornata. Si parla naturalmente di smartphone e tablet, senza dimenticare però la grande ascesa di altri accessori come ad esempio gli smart glasses, sempre più spesso impiegati in servizi nuovi e pensati per migliorare l’esperienza degli utenti. Il riferimento, in particolare, è a una nuova branca dell’assistenza tecnica, la quale avviene da remoto sfruttando gli schermi digitali disponibili e offre un’infinità di applicazioni nella routine quotidiana oltre che nel mondo dell’industria.

Il contatto umano che si stabilisce è un presidio di empatia

L’innovazione tecnologica trova in tale contesto terreno fertile, al punto che sempre più soluzioni digitali vengono sviluppate per semplificare la vita delle persone. E’ il caso di Acty, il software progettato da Icona Srl azienda leader nel campo dell’assistenza clienti, che permette a un esperto di collegarsi in tempo reale con la persona bisognosa di aiuto o di un consulto, risolvendo in maniera diretta e agevole le diverse problematiche del caso. Il contatto umano che si crea – così diverso dalle impersonali chiamate ai call center – rappresenta un presidio di empatia assoluto, importantissimo per l’utente/cliente. Sapere di poter ottenere sempre indicazioni chiare e semplici rende la comunicazione più performante.

Un servizio pensato per supportare il consumatore

“Acty è un software che – spiega Giorgio Nepa, CEO di Icona Srl – sfrutta la realtà aumentata ed è nato inizialmente con l’intenzione di fornire supporto alle aziende bisognose di offrire assistenza tecnica da remoto nel mondo dell’industria. Il manifatturiero è in questo contesto il settore dominante e sono già 250 circa le realtà che hanno scelto di utilizzare Acty (il 35% sono straniere). Ma il mercato cambia rapidamente, così come le necessità degli utenti – prosegue Nepa – ecco perché dal B2B adesso ci spostiamo anche in direzione B2C, rivolgendoci direttamente al consumatore e alle persone comuni per essere loro di supporto nella risoluzione dei piccoli grandi problemi nella routine quotidiana”.

L’assistenza visiva nel settore retail: così diminuiscono i resi

Rispetto alle classiche app per fare videochiamate o avviare dirette, Acty consente di alzare al massimo l’asticella del coinvolgimento visivo anche perché è presente una palette di strumenti attraverso la quale diventa possibile ‘disegnare’ le indicazioni su schermo (in modalità AR e ‘Freeze). “E’ la facilità di utilizzo a determinare potenzialità sempre più ampie, al punto che si aprono diversi fronti per l’utilizzo dei tool. Si possono ottimizzare le vendite a distanza e la relativa assistenza. A risultare maggiormente interessato è in tal caso il mondo del retail e, per esempio, dell’elettronica – aggiunge il CEO di Icona Srl – Un commesso potrebbe ‘accogliere’ il cliente, replicando l’esperienza tradizionale in negozio offrendo tutti i consigli e le indicazioni del caso”. Scegliendo di ricorrere a un software come Acty le difficoltà del consumatore hanno insomma vita breve: comprendere le problematiche e le soluzioni da attuare permette, in particolare, di ridurre i costosi resi dei prodotti.

Il coinvolgimento migliora la brand reputation

Grazie a questo software è poi possibile migliorare la reputation aziendale e agire sulla fedeltà dei consumatori al marchio, il quale diventa un punto di riferimento ancor più assoluto. Gli aspetti del post vendita e dunque, in particolare, quelli dell’assistenza tecnica sono spesso punti deboli. Grazie ad ausili digitali come Acty questa percezione viene definitivamente ribaltata. Se prima si chiamava un call center, che doveva mettere in moto un tecnico il cui obiettivo era verificare il problema e poi tornare ancora con un pezzo di ricambio, adesso si riducono i passaggi e si danno direttamente indicazioni alla persona che potrà anche risolvere il problema in autonomia.

Servizi medicali e perizie assicurative: cosa cambia

Tra gli ambiti applicativi più congeniali a un servizio come Acty c’è pure quello dei video consulti medicali. “Con l’emergenza Coronavirus è aumentato il bisogno di ridurre i tempi tecnici e gli spostamenti. Una persona anziana che sia nell’impossibilità di recarsi nello studio medico potrà ricevere grazie ad Acty un primo supporto, che ovviamente non sostituisce la visita vera e propria anche se agevola le procedure”, spiega Nepa che sottolinea anche come siano già state attivate delle interessanti sperimentazioni in tal senso. Stesso discorso vale anche per il campo delle perizie assicurative: si riduce la necessità di inviare personale tecnico sul campo e si prevengono le frodi eseguendo stime accurate dei danni, analizzando le problematiche all’interno del contesto domestico.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background