Disabile, incinta e affetta da Covid violentata in un centro di cura 

Pubblicato da in data 6 Ottobre 2020

Disabile, incinta e affetta da Covid violentata in un centro di cura

Immagine di repertorio (Fotogramma)

Pubblicato il: 07/10/2020 16:40

Violenza sessuale su giovane disabile con gravi problemi mentali ospite di un centro specializzato di Troina, l’Oasi, in provincia di Enna. La donna inoltre aspetta un bambino. Per questo la Procura di Enna ha aperto un fascicolo. Dall’inchiesta si evince che il centro specializzato in questione, ospedale privato, è stato uno dei più grossi focolai siciliani della prima ondata di coronavirus.

La gravidanza della disabile che ha subito la violenza risalirebbe proprio allo scorso aprile quando la donna era positiva al Covid-19 e mentre la struttura era off limit perché diventata ‘zona rossa’ con un provvedimento della Regione per contenere i contagi.

“Sulle notizie emerse oggi che riguardano l’Irrcs Oasi di Troina, ho già chiesto all’assessore alla Salute di disporre una immediata ispezione”. Lo ha reso noto la parlamentare di Attiva Sicilia all’Assemblea regionale siciliana, Elena Pagana, aggiungendo: “Plaudo all’indagine avviata dalla magistratura e auspico che in tempi rapidi venga accertata la dinamica dei fatti e vengano individuati eventuali responsabili e responsabilità”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background