Parrucchiere in casa malgrado il lockdown, polemiche su moglie Netanyahu 

Pubblicato da in data 6 Ottobre 2020

Parrucchiere in casa malgrado il lockdown, polemiche su moglie Netanyahu

Fotogramma /Ipa

Pubblicato il: 07/10/2020 13:42

Nuove polemiche in Israele per Sara Netanyahu, che ha fatto venire a casa il suo parrucchiere malgrado le regole del lockdown. A rivelarlo è stato il quotidiano Yediot Ahronot e la notizia è stata poi confermata da un portavoce della famiglia Netanyahu. La moglie del primo ministro, ha detto, credeva di avere diritto a questo servizio, pagato dai contribuenti, in quanto figura pubblica che doveva girare un video per esortare il pubblico a indossare la mascherina. Sia la consorte di Benyamin Netanyahu che il suo coiffeur portavano guanti e mascherina, ha aggiunto.

Ma la visita dell’hairstylist di fiducia viola in realtà due disposizioni del lockdown in vigore in Israele dal 18 settembre, che ha imposto la chiusura di tutti i saloni di parrucchiere e vietato l’ingresso nelle case altrui. Soltanto il premier e altre figure pubbliche hanno ora diritto al parrucchiere, non i consorti. E forse Sara sarebbe risultata più vicina al pubblico, se si fosse trovata nelle stesse condizioni delle altre signore israeliane. Non è la prima volta che Sara Netanyahu viene accusata di uso disinvolto del suo ruolo di moglie di premier. Nei giorni scorsi il Washington Post aveva citato fonti della guesthouse della Casa Bianca, secondo le quali la moglie del premier israeliano usa portare grandi quantitativi di vestiti da far pulire quando viene in visita ufficiale con il marito approfittando del servizio di tintoria offerto agli ospiti.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background