Zaia: “In Veneto presto tampone fai da te” 

Pubblicato da in data 6 Ottobre 2020

Zaia: In Veneto presto tampone fai da te

Pubblicato il: 07/10/2020 13:48

“In Veneto stiamo lavorando ad un tampone rapido in autosomministrazione. E’ un metodo che mutuiamo dall’estero e che permetterà ai cittadini di farsi da soli un test rapido. Il dottor Roberto Rigoli dell’ospedale di Treviso ci sta lavorando giorno e notte e credo che sarà pronto nel giro di 15 giorni”, ha spiegato Luca Zaia nel corso del punto stampa. “Il virus c’è ma la quasi totalità dei contagiati non ha sintomi”, ha spiegato ancora il governatore sottolineando che “il 95-96% dei pazienti è di fatto asintomatico. E’ cambiato il mondo, il virus è cambiato”.

Sì all’uso delle mascherine, no ad orari ridotti nei bar e ristoranti. Questa, in sintesi, la posizione del presidente del Veneto sulle nuove misure previste che il governo potrebbe prendere nelle prossime ore. “D’altra parte – spiega ancora Zaia – sull’utilizzo delle mascherine non ho mai avuto dubbi: la mascherina va utilizzata obbligatoriamente al chiuso, e all’aperto dove ci sono degli assembramenti. Il vero problema oggi è che qualcuno non osserva queste norme”. Il governatore del Veneto invece si dice contrario a chiusure anticipate dei bar e ristoranti. “Perché chiudere prima vuol dire attuare un minimo di lockdown e per farlo ci vogliono le motivazioni. E poi -avverte- non si può chiudere i bar e lasciare la piazza piena di gente per gli spritz, che è quello che succede già oggi”.

Così per il presidente del Veneto non c’è dubbio “in questa fase no a chiusure anticipate dei locali pubblici e poi, dobbiamo avere dei parametri precisi su cui basarci nel moneto in cui scattano queste misure”. E per Zaia “il parametro non può essere l”Rt’, che penalizza i virtuosi e cioè la regione che fa più tamponi. Non può essere così”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background