World Food Programme, la portavoce in Italia: “Nobel sprona a lavorare di più” 

World Food Programme, la portavoce in Italia: Nobel sprona a lavorare di più

Afp

Pubblicato il: 09/10/2020 12:49

“Siamo assolutamente onorati a nome dello staff del Wfp e delle milioni di persone nel mondo che incredibilmente nel 2020 ancora soffrono la fame a causa di conflitti e della mancanza della pace”. Lo afferma all’Adnkronos la responsabile comunicazione del Wfp in Italia, Emanuela Cutelli, commentando l’assegnazione del Premio Nobel per la Pace all’organizzazione con sede a Roma.

“Siamo assolutamente frastornati, onorati, contentissimi – aggiunge -. E’ uno sprone a lavorare ancora di più tutti insieme per debellare veramente la fame nel mondo”.