Gli italiani del Niaf: ‘Sottrarre Colombo alla politica, restituirlo alla storia’ 

Pubblicato da in data 11 Ottobre 2020

Gli italiani del Niaf: 'Sottrarre Colombo alla politica, restituirlo alla storia'

celebrazioni del Columbus day (immagine di repertorio Ipa/Fotogramma)

Pubblicato il: 12/10/2020 19:08

“Vogliamo continuare ad insegnare la storia di Colombo alle giovani generazioni, vogliamo mantenere una visione storica non politica, perché questa è diventata una questione politica”. Cosi Anita Bevacqua McBride, vice presidente degli Affari Culturali del Niaf, ribadisce parlando con l’Adnkronos l’impegno con cui la Fondazione nazionale italo-americana, che oggi annuncia un premio per diffondere la conoscenza di Cristoforo Colombo nelle scuole americane, affronta questo Columbus Day segnato “dalla difficile situazione della pandemia” e gli attacchi ormai “fuori controllo” alle statue di Colombo in tutta l’America.

“Continuiamo come fondazione a difendere la storia di Colombo, ed allo stesso tempo continuiamo a sostenere l’istituzione di un Indigenous People Day ma non alle spese del Columbus Day”, aggiunge l’ex assistente del presidente George W.Bush e capo di gabinetto di Laura Bush, riferendosi agli stati e città americane che stanno abolendo la festa dedicata a Colombo per sostituirla con la Giornata dedicata alle popolazioni indigene che le potenze coloniali hanno sterminato.

A rendere più difficile ed urgente la situazione “la questione enorme” delle decine di statue di Colombo distrutte o rimosse negli ultimi mesi a seguito delle proteste contro i simboli dello schiavismo e del genocidio delle popolazioni native americane.

“Ieri notte sono state distrutte le statue del presidente Roosevelt e Lincoln durante le proteste contro il Columbus Day – continua Bevacqua McBride alla quale nei giorni scorsi l’ambasciatore Armando Varricchio ha conferito l’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana – sta iniziando ad andare fuori controllo”.

Ricordando la sempre ferma condanna della Niaf di queste azioni, la docente della School of Pubblic Affairs dell’American University ha sottolineato come queste colpiscano non solo la figura di Colombo ma tutti “gli immigrati italiani che negli anni ’20 e ’30 del secolo scorso hanno dato i soldi per costruire queste statue, per onorare questo Paese e le loro origini”.

“Noi difenderemo il loro contributo a questo Paese”, aggiunge facendo riferimento anche al sostegno alle azioni legali che comunità italiane locali stanno portando avanti contro le decisioni prese da autorità locali di rimuovere le statue. “Questo è il modo appropriato per discutere queste questioni, ci deve essere un processo non ci deve essere rimozione senza discussione, la comunità deve essere coinvolta”, afferma.

Riguardo poi alle iniziative della Niaf, oggi viene annunciata l’istituzione di un premio annuale per una composizione su Colombo” riservata agli studenti delle scuole superiori di tutto il Paese. In collaborazione con altre sei associazioni italoamericane, tra le quali i Knights of Columbus – “non possiamo ignorare la cristianità di Colombo” – è stata quindi istituita una Fondazione che oggi presenta anche un nuovo documentario sulla storia dell’esploratore genovese.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background