Musica: Pratesi (Wwf), con Stefano D’Orazio i Pooh ambasciatori dell’ambiente 

Pubblicato da in data 6 Novembre 2020

Musica: Pratesi (Wwf), con Stefano D'Orazio i Pooh ambasciatori ambiente

I Pooh in una delle sedi del Wwf

Pubblicato il: 07/11/2020 17:28

“Stefano D’Orazio era una persona deliziosa e uno dei migliori amici del Wwf. I Pooh sono stati nostri grandissimi sostenitori, con loro abbiamo vissuto una bellissima avventura. Ci legano a Stefano anni di militanza per l’ambiente in un’Italia diversa”. Con queste parole Fulco Pratesi, presidente onorario dell’Associazione, ricorda il musicista Stefano D’Orazio. Ed aggiunge: “Stefano D’Orazio era sempre pronto a trovare la chiave giusta per raccontare assieme la magia della natura e l’importanza di impegnarci tutti per la nostra terra. In questo senso i Pooh furono in Italia dei pionieri. Capirono 50 anni fa l’importanza di mettere a disposizione la loro notorietà per una buona causa”.

“Buongiorno Fulco Pratesi, sono Stefano D’Orazio. Noi vorremmo impegnarci per l’ambiente”: iniziava così, negli anni ‘80, la storica collaborazione tra i Pooh e il Wwf. “Di questa collaborazione Stefano D’Orazio fu da sempre il principale motore, era un’autentica macchina da guerra, ispirato e autenticamente innamorato della natura – si legge in una nota del Wwf- Tantissime le iniziative fatte assieme nel corso di quasi 40 anni. Decine di incontri nelle scuole, tournee di 40-50 date dedicate al Wwf in tutta Italia, l’adesione alla campagna per gli alberi, con l’invito a piantare alberi rivolto ai sindaci durante i concerti, la raccolta di firme per la campagna ‘Stili di vita’ , la copertina del loro disco in carta riciclata, il ‘concerto per un’Oasi’ registrato nell’Oasi Wwf di Vanzago, vicino Milano. Il ricavato del brano fu devoluto interamente all’associazione”.

“Ogni occasione – si legge ancora nella nota del Wwf- era buona per promuovere la causa dell’ambiente e sostenere le battaglie del Wwf. Il retro del disco ‘Uomini soli’ fu dedicato dai Pooh al Wwf, con un coupon che invitava i fan a iscriversi”. In poche settimane arrivarono 20 mila adesioni.

“Stefano D’Orazio era una persona deliziosa e uno dei migliori amici del Wwf – ricorda Fulco Pratesi, presidente onorario dell’associazione – I Pooh sono stati nostri grandissimi sostenitori, con loro abbiamo vissuto una bellissima avventura. Ci legano a Stefano anni di militanza per l’ambiente in un’Italia diversa, Stefano D’Orazio era sempre pronto a trovare la chiave giusta per raccontare assieme la magia della natura e l’importanza di impegnarci tutti per la nostra terra. In questo senso i Pooh furono in Italia dei pionieri: capirono 50 anni fa l’importanza di mettere a disposizione la loro notorietà per una buona causa”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background