Nuove minacce di morte per Magdi Allam 

Pubblicato da in data 10 Novembre 2020

Nuove minacce di morte per Magdi Allam

(Foto Fotogramma)

Pubblicato il: 11/11/2020 12:51

Ieri ho ricevuto una nuova condanna a morte: ‘Mi piacerebbe sgozzarti brutta merda. ‘Murted’, cioè ‘apostata’. Chiedo al Ministro dell’Interno di adeguare le misure di protezione al livello delle condanne a morte sentenziate da musulmani residenti in Italia”. Lo scrive sui social Magdi Cristiano Allam, annunciando di avere ricevuto ancora una volta minacce di morte in quanto “‘murted’ cioè un apostata, un musulmano che ha rinnegato l’islam”.

“La nuova minaccia di morte è islamicamente corretta perché specifica che l’apostata deve essere sgozzato -scrive nel suo blog il giornalista, ex musulmano convertito al cristianesimo- Mi piacerebbe sgozzarti brutta merda. Murted’. Perché solo sgozzando e decapitando l’apostata, recidendo la testa dal corpo e dissanguandolo fino a toglierli lo spirito vitale, si renderà impossibile la sua ricomposizione e l’ascesa nel Paradiso di Allah”.

Allam si rivolge poi alle istituzioni, perché non prendano sottogamba l’avvertimento. “Cari amici, temo che i nostri magistrati che non conoscono la sharia, la legge islamica che si sostanzia di ciò che Allah prescrive nel Corano e di ciò che ha detto e ha fatto Maometto, che ragionano solo in termini cartesiani, che hanno come unico riferimento la nostra Costituzione e le nostre leggi laiche”, scrive, “non comprendono la gravità della condanna a morte per apostasia che mi viene periodicamente sentenziata anche da musulmani insospettabili”. “Chiedo comunque al Ministro dell’Interno di adeguare le misure di protezione che lo Stato mi accorda da 18 anni, e di ciò sono infinitamente grato, al livello delle condanne a morte che mi sono state reiterate recentemente”, aggiunge.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background