Covid Italia, verso quarto scostamento di bilancio 2020 

Pubblicato da in data 16 Novembre 2020

Covid Italia, verso quarto scostamento di bilancio 2020

(Fotogramma)

Pubblicato il: 17/11/2020 19:30

E’ in arrivo un quarto scostamento di bilancio nel 2020, per affrontare l’emergenza coronavirus. Fino a ora sono stati autorizzati tre aumenti di spesa in deficit, per un totale di 100,3 miliardi di euro. La prima richiesta da parte dell’esecutivo risale al 5 marzo, con successiva integrazione l’11 marzo, quando è stata autorizzata una maggiore spesa in termini di indebitamento netto di 20 miliardi. Il 24 aprile, in occasione della presentazione del Documento di economia e finanza, è stato richiesto un nuovo scostamento di 55 miliardi, e il 23 luglio è arrivata la terza (e per ora ultima) richiesta di un ulteriore spesa di 25 miliardi. Totale 100,3 miliardi di euro.

Le risorse sono state spese per tre provvedimenti varati dal governo: il decreto legge cura Italia (20 mld), il decreto legge rilancio (55 mld) e il decreto legge agosto (24,9 mld). Mentre l’altro decreto legge approvato per affrontare l’emergenza, il decreto legge liquidità, ha inciso sul deficit in modo marginale (solo 11 mln). I due ultimi provvedimenti messi in campo, i decreti legge ristori e ristori bis, hanno degli effetti sull’indebitamento pari a 5 miliardi di euro, che però sono coperti in parte dai risparmi derivanti dalle misure messe in campo con i precedenti dl e utilizzate solo parzialmente.

Negli ultimi giorni lo stesso governo ha parlato di un ulteriore scostamento di bilancio, da ultimo il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, che subito dopo l’approvazione della legge di bilancio 2021 ha annunciato l’intenzione di rafforzare ”gli interventi sia sul 2020 sia sul 2021 attraverso scostamenti di bilancio”. Ancora non è chiara l’entità della nuova operazione ma la cifra più ricorrente si aggira tra 15 e 20 miliardi di euro. Oggi il ministro è tornato sull’argomento, spiegando che ”il rallentamento dell’attività nel quarto trimestre e a inizio 2021, a causa della seconda ondata del contagio, rende necessarie ulteriori misure che arriveranno con uno scostamento di bilancio che sarà richiesto al Parlamento”. La necessità di ulteriori interventi è legata a una seconda ondata di contagi del Covid “più dura di quello che auspicavano” e richiede ”un sacrificio economico per contribuire nello sforzo di bloccare contagio”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background