Cassa integrazione, le ultime novità  

Pubblicato da in data 17 Novembre 2020

Cassa integrazione, le ultime novità

(Fotogramma)

Pubblicato il: 18/11/2020 06:49

Per la cassa integrazione arrivano chiarimenti dall’Inps sulla scadenza del 15 novembre, introdotta dal decreto Ristori bis n. 149/2020 del 9 novembre, con il messaggio n°4222 dell’11 novembre. Il decreto Ristori bis, spiega Money.it , interviene sui termini decadenziali per l’invio delle domande di cassa integrazione e per la trasmissione dei dati per il pagamento e il saldo dei trattamenti, forniti dal decreto Ristori n. 137/2020, in vigore dal 29 ottobre, introducendo la scadenza del 15 novembre. La scadenza del 15 novembre è relativa alle domande di cassa integrazione (di cui agli articoli da 19 a 22-quinquies del decreto Cura Italia e successive modificazioni), chiarisce INPS, come anche per la trasmissione dei dati per il pagamento e il saldo. La data del 15 novembre si sostituisce a i termini che nella disciplina ordinaria si collocano tra il 1° e il 30 settembre 2020. Specifica l’Istituto che “le Strutture territoriali provvederanno a definire le istanze di cui trattasi (ad esempio, domande di trattamenti con inizio del periodo di sospensione o di riduzione dell’attività lavorativa ad agosto 2020), inviate dalle aziende oltre il termine del 30 settembre 2020, purché pervenute entro la data del 15 novembre 2020”. INPS ricorda che l’articolo 3 del decreto-legge 7 ottobre 2020 n.125 ha già rimandato al 31 ottobre scorso le scadenze delle domande di cassa integrazione che inizialmente si collocavano tra luglio e agosto secondo i commi 9 e 10 del decreto Agosto. Il decreto Ristori bis, come ricorda Money.it, estende le 6 settimane di cassa integrazione introdotte dal decreto Ristori anche ai lavoratori in forza alla data di entrata in vigore del decreto, quelli assunti dopo il 13 luglio 2020. Non è chiaro, dalla formulazione del legislatore, se ci si riferisca alla data del 9 novembre o del 29 ottobre, sebbene la relazione tecnica che accompagna il Ristori bis parli di lavoratori in forza alla data dell’entrata in vigore del decreto-legge n.137/2020 quindi quella del 29 ottobre. INPS potrebbe chiarire questo aspetto nella prossima già annunciata circolare per la nuova cassa integrazione.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background