• one live social

  • one live social

  • one live social

Covid, Corea del Sud in allerta: previste nuove restrizioni 

Covid, Corea del Sud in allerta: previste nuove restrizioni

(Afp)

Pubblicato il: 30/11/2020 14:28

La Corea del Sud lancia oggi l’allarme sull’arrivo in inverno della “maggiore crisi” per la pandemia del coronavirus, in questo paese che è finora riuscito a contenere l’infezione. L’ultimo bollettino parla di 438 nuovi contagi e tre decessi, dopo diversi giorni sopra i 500, ma si tratta di dati che risentono del consueto calo del weekend. Jeong Eun-kyeong, capo dell’agenzia coreana per il controllo e la prevenzione delle malattie (Kdca), ha avvertito che l’Rt è salito a 1,43, un tasso di riproduzione del contagio che fa temere di arrivare a 700 o mille contagi al giorno entro uno o due settimane. Per questo Jeong ha invitato tutti i sudcoreani a rimane il più possibile a casa ed evitare le feste di fine anno, riferisce l’agenzia stampa Yonhap.

Intanto il governo ha adottato una serie di nuove restrizioni che entreranno in vigore a partire dalla mezzanotte di domani nella grande area di Seul, dove vive circa la metà dei 51,6 milioni di sudcoreani. Chiuderanno saune e palestre, mentre saranno vietate le feste di fine anno in alberghi, sale per i ricevimenti pubblici e guesthouse. Dall’inizio dell’epidemia, la Corea del Sud ha registrato 34.201 contagi e 526 decessi.