Nessun evento trovato

Nessun evento trovato

Nessun evento trovato

Paolo Rossi, Conte: “Addio indimenticabile campione” 

Paolo Rossi, Conte: Addio indimenticabile campione

(Fotogramma)

Pubblicato il: 10/12/2020 10:22

“Nell’estate del 1982 con i suoi gol ha regalato un sogno a intere generazioni. È stato il simbolo di una Nazionale e di un’Italia, unita e tenace, capace di battere avversari di enorme caratura. Addio a Paolo Rossi, indimenticabile campione. L’Italia ti ricorderà con affetto”. Così su Twitter il premier Giuseppe Conte in merito alla scomparsa di Paolo Rossi.

Messaggi di cordoglio da tutto il mondo politico. Anche la Camera dei deputati si è unita al ricordo del grande campione. Diversi deputati, in apertura di seduta, sono intervenuti per commemorare brevemente Pablito, tributando, in piedi, un lungo applauso all’eroe calcistico di Spagna 82.

“Ero piccolo ma i mondiali in Spagna del 1982 li ricordo. Ricordo l’esplosione di gioia, le urla, la festa. Da allora nacque il mito di Pablito, perché a portarci sul tetto del mondo fu proprio lui: Paolo Rossi”, il ricordo del ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. “Una figura leggendaria dello sport internazionale. Campione del mondo e pallone d’oro nello stesso anno. I suoi goal hanno fatto esultare di gioia generazioni di Italiani, che non lo dimenticheranno. Un abbraccio alla famiglia e ai suoi cari”, conclude Spadafora.

Il presidente della Figc Gabriele Gravina esprime il cordoglio di tutto il calcio italiano: “La scomparsa di Pablito – dichiara Gravina – è un altro dolore profondo, una ferita al cuore di tutti gli appassionati difficile da rimarginare. Perdiamo un amico e un’icona del nostro calcio. Trascinando con i suoi gol al successo la Nazionale dell’82’, ha preso per mano un intero Paese, che ha gioito in piazza, per lui e con lui. Ha legato in maniera indissolubile il suo nome all’Azzurro e ha ispirato, con il suo stile di gioco, numerosi attaccanti delle generazioni future”. Per ricordare Paolo Rossi bandiere a mezz’asta in via Allegri, nel palazzo sede della Figc, e al Centro Tecnico Federale di Coverciano.