Renzi evoca la crisi. Bonafede: “Irresponsabile” 

Renzi: Se Conte chiede pieni poteri via sostegno al governo

(Fotogramma)

Pubblicato il: 11/12/2020 12:37

Nuove scintille nella maggioranza. In un’intervista a ‘El Pais’ Matteo Renzi avverte: “Italia Viva è un piccolo partito, ma noi siamo decisivi per il governo. Se Conte vuole pieni poteri come richiesto da Salvini, io dico di no. È un problema di rispetto delle regole. E in quel caso ritireremo il sostegno al governo“. A stretto giro la replica di Alfonso Bonafede, capodelegazione M5S: “È irresponsabile attaccare il governo di cui si fa parte”.

Conte deve “fermarsi, scusarsi e ricominciare”, dice Renzi che parla del Recovery fund, “non si può accettare che in nome dell’emergenza” il premier “si arroghi tutti i poteri dello Stato per spendere quei 200 miliardi. Non abbiamo rimosso Salvini per questo”.

Tra le altre cose, il leader di Italia Viva spiega che se dovesse cadere il governo i numeri per formare un nuovo esecutivo ci sarebbero in Parlamento: “In Italia, il sistema prevede che il Presidente della Repubblica debba verificare se i numeri esistono in Parlamento per formare un altro governo. E se li trovi, è fatta. Altrimenti si va alle elezioni” ma “prima di arrivare a questo, vorrei che Conte riacquistasse la sua tranquillità e venisse in Parlamento per cambiare tutto”.

Non si fa attendere la reazione di Alfonso Bonafede: “È irresponsabile attaccare il governo di cui si fa parte, per di più da un quotidiano estero, minacciando addirittura una crisi mentre il Consiglio europeo è ancora in corso e l’Italia sta facendo valere le proprie ragioni. Questo vuol dire indebolire deliberatamente l’Italia a livello internazionale. Non solo non è accettabile, ma è irrispettoso nei confronti di tutti gli italiani”.