**Pa: Giorgi (Aws), ‘da cloud contributo fondamentale per accelerare trasformazione’**  

Giorgi (Aws Italia): Da cloud contributo fondamentale per accelerare trasformazione Pa

Carlo Giorgi, country manager di Aws

Pubblicato il: 12/12/2020 16:36

“Il contributo del cloud è fondamentale al fine di aiutare i clienti e la Pubblica amministrazione italiana in particolare, ad accelerare digitalizzazione, trasformazione e modernizzazione, e con queste la competitività del Paese”. Lo dice all’Adnkronos Carlo Giorgi, Country Manager di Amazon Web Services Italia.

“Al di là di questo – ricorda però il manager – una cosa importante da tenere in mente è la necessita per ogni tipo di realtà, pubblica o privata, piccola o grande, al livello nazionale o locale, di reinventarsi costantemente. La reinvenzione costante è la chiave per costruire un’attività sostenibile a lungo termine e le organizzazioni dovrebbero reinventare per sviluppare prodotti e servizi che risolvono i problemi dei clienti o dei cittadini, costruendo la giusta cultura di reinvenzione, e sapendo quale tecnologia è a disposizione al fine di sfruttarla per far sì che questa reinvenzione avvenga”, spiega Giorgi che, guardando ad Aws, ricorda come l’azienda sul fronte della tecnologia “abbia già una lunga storia di investimenti in Italia”. E con la crescita dei clienti, “anche le dimensioni della nostra presenza e dei nostri investimenti nel Paese aumenteranno”.

A fine aprile 2020, dice infatti Giorgi, “abbiamo lanciato quello che rappresenta il più grande degli investimenti di centinaia di milioni di euro ed un impegno di lungo periodo per l’Italia lanciando la Regione Aws Europa a Milano. Grazie all’importante impegno e continui investimenti per l’Italia fatto con l’apertura dei nostri data center il 28 di aprile di quest’anno, vediamo sempre più clienti di ogni tipo, industria e segmento, accelerare l’adozione di soluzioni Aws Cloud per avere in maniera rapida e scalabile infrastruttura e applicazioni a bassa latenza, che offrono la massima sicurezza, la completa privacy del dato anche secondo i criteri del Gdpr, che non vengono spostati dall’Italia, a meno che non lo faccia il cliente stesso, e che abbracciano soluzioni di grande impatto come ad esempio per la modernizzazione delle applicazioni, l’IoT, le analytics, l’intelligenza artificiale e il machine learning“.

Dal 2012 fino ad oggi, ha ricordato ancora Giorgi, “Amazon Web Services ha lanciato in Italia cinque Edge location: tre a Milano, una a Palermo e una a Roma” oltre a “un endpoint DirectConnect a Milano e all’apertura di due uffici, a Milano e a Roma, dove continuiamo a investire in risorse di vendita, tecniche e di servizi professionali al fine di aiutare i nostri clienti italiani ad adottare servizi cloud e a digitalizzare. Nel 2016 Aws – aggiunge – ha anche acquisito la società Nice Software, fornitore leader di software e servizi per l’Hpc”.

Riguardo al rapporto con le imprese, Giorgi ricorda come “l’Italia sia, ed è sempre stata, un Paese d’innovatori. Per migliaia di anni, gli italiani sono stati gli artefici di alcune delle più innovative e pionieristiche iniziative tecniche e artistiche e siamo rimasti colpiti da come le aziende italiane abbiano finora investito su Aws. E’ proprio per quello che continuiamo a investire nello skill up degli sviluppatori, degli studenti e della prossima generazione di leader It in Italia con una serie di programmi, con più di 5000 persone formate nel paese negli ultimi anni”.

Per gli studenti italiani, continua il country manager, “il programma Aws Educate fornisce l’accesso ai servizi e ai contenuti progettati per costruire conoscenze e competenze nel cloud computing. Oltre 30 università e business school italiane che già partecipano al programma includono il Politecnico di Milano, l’Università di Bologna, l’Università di Bolzano, l’Università degli Studi di Milano, l’Università di Napoli Parthenope, l’Università La Sapienza di Roma, l’Università di Roma Tor Vergata e l’Università di Salerno. Un altro programma per gli istituti di istruzione superiore è Aws Academy, che offre corsi autorizzati Aws per l’acquisizione di competenze di cloud computing su richiesta. Offriamo – ricorda – anche una gamma completa di programmi di formazione e certificazione per aiutare chi è interessato alle più recenti tecnologie di cloud computing, alle best practice e alle architetture a migliorare le proprie competenze tecniche e a supportare ulteriormente le organizzazioni italiane nella loro trasformazione digitale”.

“Insomma – conclude Giorgi – una serie di investimenti importanti che Aws continua a fare in Italia e per le formazione digitale degli italiani, che insieme agli investimenti in infrastruttura e in risorse testimoniano un impegno di lungo periodo per la digitalizzazione e l’innovazione del nostro Paese“.