• Playtheone energy

  • Playtheone energy

  • Playtheone energy

Coronavirus Lazio, 1.218 contagi e 54 morti: il bollettino 

Coronavirus Lazio, 1.218 contagi e 54 morti: il bollettino

(Fotogramma)

Pubblicato il: 29/12/2020 17:07

Sono 1.218 i nuovi contagi da Coronavirus nel Lazio secondo il bollettino reso noto oggi. Da ieri sono stati registrati altri 54 morti, mentre i guariti sono stati 2.549. Nel Lazio sono 74.685 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 2.854 ricoverati, 305 in terapia intensiva e 71.526 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono in totale 81.636, i decessi 3.630 e il totale dei casi esaminati è pari a 159.951.

“Aumentano i casi, i tamponi, i decessi e i ricoverati, mentre diminuiscono le terapie intensive. il rapporto tra positivi e tamponi è al 10%” dice l’assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato. “I casi a Roma città rimangono sotto quota 500. bisogna mantenere alta l’attenzione, una terza ondata rischierebbe di frenare anche la campagna vaccinale appena avviata”.

“Nella Asl Roma 1 sono 240 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano undici decessi di 69, 75, 78, 81, 83, 84, 85, 87, 90, 92 e 94 anni con patologie – precisa D’Amato – Nella Asl Roma 2 sono 127 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Cinquantuno sono i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano dodici decessi di 73, 73, 76, 77, 81, 83, 83, 84, 87, 87, 90 e 99 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 123 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano dieci decessi di 66, 76, 77, 78, 78, 81, 82, 89, 90 e 91 anni con patologie”.

“Nella Asl Roma 4 sono 66 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl Roma 5 sono 66 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 63, 73 e 80 anni con patologie. Nella Asl Roma 6 sono 233 i casi nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano dieci decessi di 56, 59, 59, 82, 84, 85, 87, 92, 93 e 93 anni con patologie”.

“Nelle province si registrano 363 casi e sono otto i decessi nelle ultime 24 ore. Nella Asl di Latina sono 148 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Due casi sono di rientro dalla Spagna. Si registrano due decessi di 86 e 89 anni con patologie. Nella Asl di Frosinone si registrano 142 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano cinque decessi di 71, 73, 82, 88 e 96 anni con patologie”, prosegue l’assessore.

“Nella Asl di Viterbo si registrano 53 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nella Asl di Rieti si registrano 20 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 86 anni con patologie”.

“La prossima fornitura di vaccini anti-Covid, comunicata dagli uffici del commissario, sarà a partire da domani con 41 scatole del vaccino anti covid per 7.995 fiale e pari a 47.970 dosi di vaccino tenendo già conto della disposizione di Aifa e della circolare del ministero della salute in merito alle 6 dosi”. “La vaccinazione partirà subito secondo le modalità organizzative dei 20 hub regionali. Al momento della prima somministrazione verrà prenotata anche la successiva dose di richiamo. in questa prima fase, come da indicazioni nazionale, i soggetti interessati sono il personale sanitario e operatori e ospiti delle Rsa. Le prossime consegne sono previste per il 4, 11, 18 e 25 di gennaio”, conclude D’Amato.