Governo, la crisi vista dalla stampa estera: “Conte lotta per sopravvivenza”  

(Adnkronos)

Un Conte ‘ter’ o elezioni anticipate? La stampa estera sta seguendo con attenzione gli sviluppi della crisi politica italiana, dando ampio spazio alla notizia delle dimissioni del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e interrogandosi sul suo futuro politico dopo l’uscita dalla maggioranza di Italia Viva. L’apertura di una crisi al buio, sottolineano un po’ tutti i media internazionali, nasce dai contrasti sui soldi del Recovery Plan e arriva nel bel mezzo di una pandemia che in Italia ha provocato oltre 85mila morti.

Leggi anche

Di “mossa tattica” parla la ‘Cnn‘, secondo cui Conte, rassegnando le dimissioni, spera con questa manovra di “costruire una nuova coalizione”. Se l’ ‘avvocato del popolo’ riceverà il mandato da Mattarella, tenterà di aggiungere alla maggioranza cinque senatori che gli permettano di arrivare a quota 161 al Senato, altrimenti – sottolinea l’emittente americana – “Conte farà fatica ad approvare leggi efficaci in un momento di crisi per il Paese europeo, che ha sofferto anni di instabilità politica in aggiunta alle nuove sfide economiche nel mezzo della pandemia”.

“Il primo ministro italiano si dimette dopo settimane di lotta interna”, titola il ‘New York Times‘ nel suo articolo dedicato alla crisi di governo. Le dimissioni, per il quotidiano statunitense, spingono l’Italia “in una rinnovata instabilità mentre la pandemia di coronavirus devasta vite e mezzi di sussistenza”. Conte o “qualcun altro”, secondo il Nyt’, potrebbero riuscire a trovare il sostegno necessario per governare altrimenti “le elezioni anticipate sarebbero l’unica opzione” con i partiti nazionalisti indicati dai sondaggi come “probabili vincitori”.

Conte si è dimesso e “non è chiaro se sarà in grado di formare e guidare un nuovo governo di coalizione”, sottolinea la ‘Bbc‘ nella sua edizione online. Il presidente del Consiglio, che resta in carica per il disbrigo degli affari correnti, “è stato criticato per come ha gestito la crisi del coronavirus” ed ora “qualcun’altro potrebbe diventare premier oppure potrebbero essere convocate elezioni anticipate”.

Per il corrispondente da Roma, Mark Lowen, “un Paese di crisi politiche apparentemente perenni ha scelto il momento peggiore possibile per affrontarne un’altra – in preda a una pandemia che ha ucciso più di 85mila italiani e ha provocato il peggior crollo economico degli ultimi decenni”.

Anche il ‘Guardian‘, come la ‘Cnn’, sostiene che le dimissioni siano “una mossa tattica per massimizzare le sue chance di guidare un nuovo governo” ed evidenzia che dopo il lockdown Conte abbia perso “parte della credibilità per l’approccio confuso del governo” e la “debole risposta economica” alla crisi.

La tedesca ‘Bild‘ traccia tre possibili scenari: il presidente Mattarella potrebbe incaricare Conte di formare un terzo governo. C’è poi l’opzione “governo tecnico” che affronti le questioni più urgenti e infine l’ipotesi “elezioni anticipate”, auspicate in particolare “dai partiti di opposizione di destra”.

“Conte lotta per la sopravvivenza” è il titolo scelto da Deutsche Welle, che ricorda come la scorsa settimana il presidente del Consiglio abbia ottenuto una solida maggioranza al Camera, ma non al Senato. Conte “ora proverà a formare un governo più forte” con il Pd e l’M5S che hanno già fatto sapere che “appoggeranno l’ex professore di diritto”. Anche per ‘Deutsche Welle‘, in caso di fallimento Mattarella potrebbe dare l’incarico a un altro esponente politico oppure chiedere agli italiani di tornare alle urne.

“Conte si è dimesso nella speranza di ricevere un nuovo mandato dal capo dello Stato”, sostiene al-Jazeera, la cui corrispondente da Roma Steffanie Dekker, spiega che per il presidente del Consiglio era “quasi impossibile” governare dopo l’uscita di Matteo Renzi dalla maggioranza e mette in evidenza come per Conte sarebbe stato difficile sopravvivere al voto sulla relazione del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede.

“Il premier italiano Giuseppe Conte si dimette … per cercare di restare al suo posto”, titola Le Monde. Il quotidiano francese sottolinea che la palla passa ora nelle mani del presidente Sergio Mattarella, “che si ritrova investito della pesante responsabilità di ‘pilotare’ la crisi politica”. “Il vuoto di potere” in una fase così “tragica” potrebbe avere “conseguenze disastrose, sia per Bruxelles che per i mercati”, ritiene ‘Le Monde, secondo “per Giuseppe Conte le dimissioni erano diventate l’unica soluzione possibile”.

Anche sui media spagnoli la crisi politica italiana trova ampio spazio. Secondo ‘El Pais’, Conte avrà “circa 48 ore per cercare di trovare un sostegno sufficiente in Parlamento per il suo terzo esecutivo in tre anni”, ma “è una crisi in mare aperto e c’è anche la possibilità che in questo arco di tempo emerga un nuovo nome di consenso” al quale Mattarella affidi il compito di formare il governo.