Contratto metalmeccanici, c’è l’intesa: 112 euro in busta paga  

(Adnkronos)

Rinnovo contratto metalmeccanici, accordo raggiunto. In busta paga andranno a regime aumenti di 112 euro sui minimi. La durata sarà allungata, poi, di oltre 1 anno fino al giugno 2024. L’intesa tra Federmeccanica, Assistal e Fim Fiom Uilm, che riguarda 1,6 milioni di tute blu, è stata trovata dopo 15 mesi di trattative e uno sciopero generale di categoria.

Confermati anche i 200 euro l’anno di flexible benefit, mentre l’aumento salariale sarà diluito in 4 tranche a partire dal prossimo giugno : la prima di 25 euro; la seconda a giugno 2022 di altri 25 euro; la terza a giugno 2023, di circa 27 euro e l’ultima a giugno 2024 pari a 35 euro. A siglare l’intesa, che ora dovrà essere ‘bollinata’ dai lavoratori, i leader di Fim Fiom Uilm, Roberto Benaglia, Francesca Re David e Rococ Palombella e il presidente di Federmeccanica, Alberto Dal Poz, il direttore generale, Stefano Franchi, e il presidente Assistal, Angelo Carlini.

Nel piatto del rinnovo anche l’innalzamento del contributo aziendale al fondo Cometa al 2,2% dal 2022 per gli under 35 e un’importante e “storica” riforma dell’inquadramento fermo al 1973 con l’eliminazione del primo livello. Previsto il rafforzamento delle relazioni industriali, dei diritti di informazione confronto e partecipazione; della formazione e in particolare del diritto soggettivo. Si introduce anche la clausola sociale sugli appalti pubblici, un testo “molto significativo” sulla violenza di genere e norme relative allo smart working.