Covid, Cdc Usa: no quarantena per vaccinati ma a precise condizioni 

(Adnkronos)

I Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) statunitensi hanno reso note le raccomandazioni aggiornate sulla quarantena per le persone vaccinate che sono entrate in contatto con un positivo al coronavirus Sars-CoV-2. Le persone completamente vaccinate che soddisfano precisi criteri, “non saranno più tenute in quarantena a seguito di un’esposizione a qualcuno con Covid-19”. I criteri che devono essere presenti sono che siano passate due settimane o più dalla seconda dose o dal vaccino monodose. E che il vaccinato si trovi entro i 3 mesi dall’ultima dose vaccinale e siano asintomatici dal momento dell’esposizione.

Chi non dovesse rispondere a una di queste caratteristiche, invece, secondo quando indicato dai Cdc americani, dovrebbe continuare a seguire le attuali linee guida sulla quarantena post esposizione. “Sebbene il rischio di trasmissione di Sars-CoV-2 da persone vaccinate ad altri sia ancora incerto, è stato dimostrato che la vaccinazione previene Covid-19 sintomatico”, scrivono i Cdc. “Questa raccomandazione di rinunciare alla quarantena per le persone con immunità derivata dal vaccino è in linea con le raccomandazioni di quarantena per quelle con immunità naturale, il che facilita l’attuazione”.

Le persone completamente vaccinate che non sono in quarantena dovrebbero comunque osservare eventuali sintomi per i 14 giorni successivi all’esposizione al rischio contagio. E devono “continuare a seguire le attuali linee guida per proteggere se stesse e gli altri”. Queste raccomandazioni di quarantena per le persone vaccinate, inclusi i criteri per la tempistica dal ricevimento dell’ultima dose, “verranno aggiornate quando saranno disponibili più dati e saranno autorizzati ulteriori vaccini”, concludono i Cdc.