On Air Now
Precedente
Successivo

Crisi governo Italia, Conte alla Camera: le news 

(Adnkronos)

Le ultime notizie sulla crisi di governo, l’intervento del premier Giuseppe Conte alla Camera tra responsabili e costruttori, la posizione di Matteo Renzi e Italia Viva, Pd e M5S.

9.53 – Nessun soccorso di Azione al governo? “No”, ha risposto telegrafico Carlo Calenda ospite di Radiouno. “Che uomo sarei se votassi la fiducia a un governo rispetto al quale sono sempre stato all’opposizione? Non mi appartiene”, ha aggiunto il leader di Azione spiegando: “Io ho un giudizio molto negativo sul modo in cui Renzi sta gestendo la crisi, non si capisce nulla. Da un mese critica il governo, come se non ne facesse parte. Una cosa che non si comprende. Se parli male di Conte e poi dici non ho preclusioni hai una grande confusione. Questo avanti e indietro è inaccettabile”.

9.26 – “Se Conte non ha i numeri le strade sono due: o le elezioni oppure se Mattarella ritenesse il centrodestra ha progetti e poche cose da fare velocemente per tirare fuori il paese dalla pandemia”. Lo ha detto Matteo Salvini a Rtl 102.5.

ore 9.21 – Conte “intanto dovrebbe fare un colpo di telefono, quello che non ha mai fatto”. Lo ha detto Ettore Rosato a ‘L’Italia s’è desta’, condotto dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus. “Quando c’è una crisi la colpa non è mai di uno. In questo caso, il premier, dopo che siamo andati lì a consegnargli un documento, non ci ha mai chiamato -ha spiegato il presidente di Iv-. Se non gli interessa quello che pensiamo e neanche ci risponde, vuol dire che forse neanche l’ha letta. La prima cosa è vedersi e capire se ci sono i margini per andare avanti. Io, per carattere, trovo sempre i margini per fare le cose. Ma penso che il non parlarsi mai non abbia aiutato in questa vicenda”.

ore 9.08 – “Noi non siamo interessati a mettere uno nostro al posto di Conte, senza spiegare al Paese perché avviene il passaggio o le ragioni politiche che giustifichino questo trauma”. Lo ha detto Andrea Orlando a Mattino cinque. “Il trauma, la rottura assorbe tutto il resto. Nessuno sarebbe in grado di spiegare un blitz. Si è tolto il governo senza sapere se farne nascere un altro, il rischio è incommensurabile rispetto agli effetti”, ha aggiunto il vice segretario del Pd.

ore 8.56 – “Sicuramente non riuscirà il tentativo di far cadere il governo”. Lo ha detto Andrea Orlando a Mattino cinque.

ore 8.16 – “La vecchia maggioranza era debole e raccogliticcia, la nuova potrebbe essere perfino peggiore: fondata sui ricatti parlamentari dei mercenari di Conte e fallimentare di fronte alle emergenze nazionali sanitarie ed economiche. La soluzione? Tornare al voto e governare con un centrodestra forte, coeso ed europeo. Perché i veri europeisti siamo noi che difendiamo i diritti dei popoli in un’epoca di spaventosa regressione oligarchica e censura digitale”. Lo dice Giorgia Meloni a Libero.

ore 7.51 – “Quello della maggioranza assoluta è un giochino di Renzi per costruire uno specchietto per le allodole”, la maggioranza relativa “è una maggioranza. La maggioranza assoluta serve per lo scostamento di bilancio e per pochissimi altri atti. E quando servirà ce l’avremo”. Lo dice Luigi Di Maio al Corriere della sera.

ore 7.42 “Come la stragrande maggioranza degli italiani, guardo attonito quanto sta accadendo. La gestione della pandemia che ogni giorno uccide centinaia di italiani, la campagna vaccinale più imponente della storia appena partita, una crisi economica senza precedenti e un piano di ricostruzione da oltre 200 miliardi da organizzare con i fondi del Next Generation Eu: non riesco a pensare a nulla di più improvvido di una crisi di governo al buio. Chiedo a tutti di recuperare lucidità e contatto con la realtà, altrimenti gli italiani non ce lo perdoneranno”. Lo ha affermato Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna e presidente della Conferenza delle Regioni in un’intervista al quotidiano ‘La Stampa’.