Salvini: “Indagate me e non poliziotti per mio figlio su moto d’acqua”  

Pubblicato da in data 18 Settembre 2019

Salvini: Indagate me e non poliziotti per mio figlio su moto d'acqua

(Fotogramma)

Pubblicato il: 19/09/2019 19:26

Se c’è stato un errore, prendetevela con me. Indagate me, interrogate me, processate me”. Matteo Salvini, in diretta Facebook, si esprime così dopo la notizia secondo cui 3 poliziotti sono indagati per il giro in moto d’acqua compiuto dal figlio dell’ex ministro dell’Interno.

“Tre poliziotti indagati e interrogati dal procuratore per il giro da 5 minuti in moto d’acqua, manco fossero spacciatori o stupratori. Se c’è stato un errore, prendetevela con me come padre, ex ministro o senatore. Non prendetevela con chi non c’èntra niente, con chi fa un lavoro immane dalla mattina alla sera e non merita di dover pagare un avvocato ed essere convocato in procura per un giro in moto d’acqua”, ripete.

“Prendetevela con me, ho le spalle larghe. Se la prenda con me, il procuratore. Convochi me, interroghi me. Se errore c’è stato, se la prenda con me. Signor procuratore, posso chiederle con estrema cortesia: lasci lavorare questi poliziotti. Chiami me”, afferma.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background