Spazio, lavori in corso a Thales Alenia Space per missione Euclid dell’Esa  

Pubblicato da in data 18 Settembre 2019

Spazio, lavori in corso a Thales Alenia Space per missione Euclid dell'Esa

La missione Euclid dell’ESA (Foto Thales Alenia Space)

Pubblicato il: 19/09/2019 18:39

(di Andreana d’Aquino)- Lavori in corso a Thales Alenia Space per la missione dell’Esa ‘Euclid’ che punta ad esplorare l’energia oscura e penetrare i misteri della materia oscura. La joint venture tra Thales 67% e Leonardo 33% è infatti ‘prime contractor’ per la realizzazione del satellite ed è a capo di un consorzio industriale con contributi scientifici. Tas spiega che ‘Euclid’ analizzerà come l’Universo si sia evoluto negli ultimi 10miliardi di anni per comprendere la sua espansione e il perché stia accelerando.

Il lancio di ‘Euclid’ è previsto nel 2022, con un razzo Soyuz dal centro spaziale europeo di Korou, nella Guiana francese, e la missione avrà una durata di 6 anni intorno al punto Lagrangiano L2. I lavori, dunque, sono in corso e, dopo l’approvazione da parte dell’ Agenzia Spaziale Europea del progetto di dettaglio del satellite, e di tutti i suoi sottosistemi (Critical Design Review), conclusasi a metà 2018, è stato costruito un modello Termo Strutturale altamente rappresentativo.

Il modello, spiega Tas, recentemente, ha completato le qualifiche termiche nello stabilimento Thales Alenia Space di Cannes, in Francia e, nelle prossime settimane, il satellite verrà sottoposto alle qualifiche meccaniche. Parallelamente, sono iniziate le attività di integrazione e test del telescopio di volo presso lo stabilimento Airbus di Tolosa e del modulo di servizio di volo presso il sito Thales Alenia Space di Torino. La joint venture prevede che i due moduli potranno essere integrati “a partire dal 2021 e il satellite completo sarà sottoposto a campagna di accettazione dalla quale dipenderà la data di lancio prevista nel 2022”.

“Dopo l’integrazione e test del payload e del modulo di servizio di Euclid, il modello strutturale e termico (Stm) del satellite ha completato le qualifiche termiche ed ora il satellite si trova nella configurazione simile a quella di lancio, pronto ad iniziare le qualifiche meccaniche” riferisce Paolo Musi, Responsabile dei Programmi Scienza per Thales Alenia Space in Italia. Il Programma Euclid, aggiunge il manager italiano, “riflette la forte presenza di Thales Alenia Space in Europa grazie al contributo dei nostri team in Italia, Spagna, Belgio e Francia”. “Questa straordinaria missione sottolinea ancora una volta la capacità dell’Europa di condurre missioni così complesse, all’avanguardia, confermando -argomenta infine Musi- il nostro ruolo di partner chiave nelle principali missioni europee di scienza e di esplorazione”.


Opinioni dei lettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato sul nostro sito.* campo obbligatorio.



Traccia corrente

Titolo

Artista

Background