On Air Now
Precedente
Successivo

Consultazioni, M5S da Fico 

(Adnkronos)

Dopo la crisi di governo e il mandato esplorativo ricevuto da Mattarella, le consultazioni del presidente Roberto Fico inizieranno alle 16 di oggi con il Movimento 5 Stelle. Il Capo dello Stato ha affidato ieri al presidente della Camera il mandato per verificare se la maggioranza esista ancora e se, sulle macerie, si possa ricostruire un governo nuovo di zecca. Se guidato da Conte è solo uno degli interrogativi sul tavolo, sarà necessario comprendere se si possano accorciare le distanze anche su un nuovo patto di legislatura, sul Mes, sulla scuola, sul Recovery fund e la sua governance e su tutti gli altri temi che hanno sfilacciato la maggioranza mese dopo mese, fino alla rottura.

Leggi anche

Il calendario delle consultazioni

Le consultazioni con le forze politiche da parte del Presidente della Camera dei deputati si svolgeranno a partire dalle ore 16 di oggi, sabato 30 gennaio, e secondo il seguente calendario, spiega in una nota della Camera.

Sabato 30 gennaio: ore 16 – Gruppi Parlamentari “Movimento 5 Stelle” del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati; ore 17.20 – Gruppi Parlamentari “Partito Democratico” del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati; ore 18.40 – Gruppi Parlamentari “Italia Viva – PSI” del Senato della Repubblica e “Italia Viva” della Camera dei deputati; ore 20 – Gruppo Parlamentare “Liberi e Uguali” della Camera dei deputati.

Domenica 31 gennaio: Ore 10 – Gruppo parlamentare “Europeisti – MAIE – Centro Democratico” del Senato della Repubblica; ore 11.20 – Gruppo Parlamentare “Per le Autonomie (SVP-PATT, UV)” del Senato della Repubblica; ore 12.40 – Gruppo Parlamentare Misto della Camera dei deputati limitatamente alle Componenti che fanno riferimento alla maggioranza: Centro Democratico- Italiani in Europa; Maie-Movimento associativo Italiani all’estero-Psi; Minoranze linguistiche; ore 14 – Gruppo Parlamentare Misto del Senato della Repubblica limitatamente ai componenti che fanno riferimento alla maggioranza.

Sala Regina per le dichiarazioni alla stampa

“Le delegazioni potranno rilasciare dichiarazioni alla stampa nella Sala della Regina. In sala le presenze saranno contingentate a causa della emergenza sanitaria e, a tal fine, i giornalisti presenti potranno essere al massimo 18 per ciascuna fase delle consultazioni”, si legge ancora nella nota. “Di concerto con l’Associazione Stampa Parlamentare, si è scelto quindi di effettuare un sorteggio tra le testate che abbiano iscritti all’Associazione stessa. La copertura audiovisiva sarà garantita dalla Camera dei Deputati, attraverso le immagini messe a disposizione sulla webtv e sul canale satellitare. L’Ufficio stampa della Camera dei deputati, inoltre, fornirà a tutte le testate e a tutti gli operatori che ne faranno richiesta fotografie e riprese video delle delegazioni e metterà a disposizione questi materiali sui propri social network”, recita la nota.