On Air Now
Precedente
Successivo

Governo, Casini: “Se crisi finisce così, Renzi rafforzato”  

(Adnkronos)

“Se la crisi finisce così Renzi ne esce rafforzato, al di là dei suoi meriti. Le elezioni sono ogni 5 anni, quindi si vedrà come andranno a finire. Renzi è stato assistito dalla dea fortuna e la fortuna di Renzi è stato Conte, che si è messo a cercare i responsabili. Se Conte non fosse stato mal consigliato sui responsabili e non si fosse avventurato in questa ricerca frenetica, che lo ha ridicolizzato – vedi il caso Vitali – Renzi oggi sarebbe più debole e probabilmente avrebbe avuto molti più dissensi dentro Iv”. Lo ha detto alla trasmissione “L’Ospite” su Sky tg24 il senatore centrista, Pier Ferdinando Casini.

Leggi anche

“Invece in queste condizioni chi ha intronizzato Renzi è stato Conte. La mancata gestione intelligente della crisi ha rimesso Renzi al centro del villaggio, come ha efficacemente detto anni orsono l’allenatore della Roma, Rudi Garcia”, parlando della vittoria dei giallorossi in un derby contro la Lazio. “Se dopo aver perso 20 giorni in questa crisi, ricominciamo a discutere il giorno dopo e non ci sono idee chiare sul Mes, sul Recovery fund e così via, allora dopo il danno arriverà la beffa”, ha poi aggiunto Casini.

“Se Conte persevera a sbagliare è diabolico”

Per il senatore, “se Conte persevera a sbagliare è diabolico e allora non riuscirà a fare il governo. Se smette di sbagliare allora riuscirà a fare il governo, e mi sembra che abbia già smesso di sbagliare, nel senso che ha finito questa caccia ridicola ai responsabili che ha mortificato il governo e ha anche mortificato quel mondo centrista, che è una cosa seria e che non può essere allineato a questa sorta di rincorsa frenetica”.

“Ricercare una maggioranza in Parlamento è assolutamente lecito ma è politicamente sbagliato. Davanti a una crisi come questa, sostituire l’aritmetica alla politica è stato un errore”, ha detto ancora Casini commentando la ricerca di una maggioranza numerica da parte del presidente del Consiglio al Senato con il tentativo fatto con l’arruolamento di una pattuglia di Responsabili.

“Ministri? Alcuni vanno cambiati”

“Quando si passerà alla formazione della squadra di governo credo che ci saranno problemi, perché ci sono molte aspirazioni. Non faccio nomi ma credo che alcune viti andranno rinserrate. Alcuni ministri vanno cambiati, altrimenti rischiamo di ritrovarci tra qualche settimana nella condizioni in cui siamo adesso”, ha detto ancora Casini.