On Air Now
08 NOVEMBRE 2021 | LA BAND APRE AGLI STONES

IL ROCK E’ MORTO? NON IN ITALIA

“Voglio ringraziare i Maneskin” così Mick Jagger sigilla col fuoco del Rock il successo della band romana che guarda tutti dal tetto del mondo. Tre notti fa, a Las Vegas, si è scritta una pagina della storia musicale italiana, grazie a una band lontanissima dagli stilemi sonori che solitamente ricordano il nostro Paese, con archetipi fatti da mandolini, chitarrette, pizza e spaghetti. La stessa Italia, da ormai qualche annetto, non usa più mandolini ma sintetizzatori, suoni cantautoriali nuovi, grazie soprattutto alla (ex) scena indipendente. Certo, ci sono ancora le ugole d’oro, i baroni del bel canto, poi c’è Il Volo che aveva ancora una volta permesso alla nostra musica di uscire fuori dai confini ma sempre e solo grazie ai baritoni, ai violini, al sole, amore e cuore. Di più non ci veniva permesso. Se non per Tiziano Ferro, l’immancabile Pausini con i loro remakes in lingua spagnola. Qualche breve spam seppur di alta qualità fuori confine per Zucchero, per qualche disco dance o per alcuni Djs Producers. Ma niente come stavolta, perchè qui si parla di Rock. Da qualche anno si narrava coi mojitos in mano che il Rock è morto, evviva il Rock. Non solo non lo è ma, in più, un pezzo di Rock mondiale nasce in Italia. Impensabile, fino a solo qualche mese fa. Poi arriva Sanremo, poi l’European Song Contest, poi Las Vegas. In quella mezz’ora sul palco dell’Allegiant Stadium, che si trova a Paradise, proprio dentro la midtown di Las Vegas con la sua Strip, suonano Beggin, che vuol dire “iniziando”, presentata come cover proprio nel 2017 quando li conoscemmo ad XFactor, brano che adesso è disco di platino in Usa e che ha la nomination ai prossimi Grammy. Il Rock ha un 2.0, senza bachi del millennio, sancendo una cosa fondamentale: non muore mai. Di Rock c’è bisogno e grazie alle nuove leve, ai nuovi musicisti come Damiano e Compagni, stanno riportando il Rock in alto. Un linguaggio musicale trasversale, che unisce tutti e spaventa chi vuole chiudere dentro i confini tutto, compresa la musica. Insomma, tre notti fa non solo per la prima volta una band italiana ha suonato con i Rolling Stones ma, a farlo, è stata una Rock Band, con chitarra, basso, batteria, voce. Il Rock è vivo e ha cantato in italiano a Las Vegas: diamoci un pizzicotto e alziamo il volume. Thanks Guys and Beggin’ with you!

Benny Castelli

Le foto del concerto

MANESKIN SU SPOTIFY