On Air Now
Precedente
Successivo

Libri: Giovannini ne ‘Il permesso di essere felice’ indipendentemente da tutto, anche dal Covid 

Giovannini dà 'Il permesso di essere felice' indipendentemente da tutto, anche dal Covid

Pubblicato il: 24/11/2020 18:25

Arriva in libreria ‘Il permesso di essere felice‘ di Lucia Giovannini autrice di best seller, esperta di psicologia, fondatrice del metodo ‘Tutta un’altra vita’ e formatrice degli insegnanti del metodo Louise Hay per l’Italia. Dodici passi per trovare la felicità indipendentemente da tutto, anche dal Covid.

Stiamo vivendo un momento di grande fragilità in cui ci vengono a mancare certezze, abitudini e rituali quotidiani che riempivano la nostra vita e in qualche modo ci lasciavano aggrappati a piccoli momenti di felicità. Siamo lontani, costretti a un distanziamento fisico che rischia di diventare sociale e soprattutto emotivo. Siamo sotto pressione, preoccupati, in balia di eventi che non riusciamo a prevedere e arginare. E di sicuro non siamo felici. Ma forse non lo eravamo nemmeno prima, forse non abbiamo ancora capito come esserlo, forse non ci siamo mai dati davvero l’autorizzazione a vivere determinate emozioni. Cosa ci impedisce quindi di goderci fino in fondo ogni giorno che abbiamo a disposizione su questa terra, sapendo che non sarà un tempo eterno? Senza retorica e servendosi di strumenti pratici e concreti, cerca di rispondere a questa domanda il nuovo libro di Giovannini, edito da Roi Edizioni per la collana Semi di Luce.

Un libro che nasce per accompagnare il lettore mano nella mano in un percorso concreto e applicabile nella vita quotidiana e trae ispirazione dai diversi insegnamenti che Lucia Giovannini ha maturato nei suoi trent’anni di esperienza. Fa luce su alcune delle grandi domande che tutti almeno una volta ci siamo posti, ma che spesso rimangono prigioniere dentro di noi e non trovano le risposte giuste o un’applicazione pratica. Il saggio approfondisce le 4 ‘droghe della felicità’ – Dopamina, Ossitocina, Serotonina, Endorfine – ovvero gli ormoni responsabili della nostra felicità, ai quali associa dei codici per riottenere il permesso di essere felici, dei passi da compiere ogni giorno per trovare la felicità indipendentemente da tutto.

La Dopamina è l’ormone del desiderio e della motivazione, e ci ricompensa quando abbiamo realizzato qualcosa, facendoci venire voglia di ripetere quella specifica azione, ma crea anche una fortissima dipendenza dai falsi portatori di felicità: come possiamo quindi scegliere noi da quali comportamenti sani e funzionali diventare dipendenti per la nostra felicità? L’idea è di innescare un meccanismo che faccia sentire bene per il semplice fatto di aver portato a termine un bisogno specifico in modo da avere un ritorno immediato e risolvere i problemi futuri (ritorno ritardato). Es. includere l’esercizio fisico nella routine quotidiana fa sentire vitali al momento e assicura una migliore salute a lungo termine. Oppure domandarsi ‘cosa deve accadere perché tu possa sentire che la tua vita è di successo?’ Farsi questa domanda significa capire esattamente quando è il momento di fermarci ad assaporare il momento di soddisfazione ed essere felici del traguardo raggiunto. Evitando di cadere nella trappola del ‘non è mai abbastanza’.

L’ossitocina è l’ormone dell’amore e dell’empatia e, in una società che tende a lasciare l’individuo solo, ecco che questa sostanza viene meno: quindi come ricreare senso di comunità e connessione emotiva? Ritrova la tua tribù: in questo momento di distanziamento sociale, un’alternativa per mantenere l’ossitocina in circolo è guardarsi negli occhi e sorridersi, anche con addosso una mascherina. Si dice che gli occhi siano lo specchio dell’anima e questo semplice gesto ci permette di connetterci a un livello più profondo con le persone. Pratica il potere della gentilezza: fare del bene fa bene non solo a chi lo riceve ma anche a chi lo pratica.

La serotonina è l’ormone dell’apprezzamento e del buonumore, ha a che fare con le nostre emozioni, soprattutto quelle ‘difficili da digerire’. Uno dei codici legati a questo ormone è il ‘vivere sopra la linea’: significa essere presenti a quello che stiamo vivendo con un senso di apertura, curiosità e disponibilità. Almeno 3 volte durante il giorno metti una sveglia a orari diversi e ogni volta che suona chiediti: ‘Cosa sto provando ora?’ ‘Quanto sono presente?’ Le endorfine sono gli ormoni legati al benessere e alla vitalità, e ci vengono in aiuto per attraversare i momenti difficili. Quanto tempo della tua vita passi a pensare al passato, a rivisitare i ricordi dolorosi, cercando di dare un senso al perché le cose sono andate in un certo modo? Per essere felici bisogna sciogliere i giuramenti del passato e non lasciare che il passato definisca il futuro. E infine, ultimo codice ma fondamentale, aprirsi alla gioia: la verità è che abbiamo già tutto ciò che ci serve per essere felici, proprio in questo momento.